Bonus Mobili 2017


31/08/2017

Il Bonus Mobili 2017 è un'agevolazione fiscale relativa all’acquisto di nuovi mobili o di grandi elettrodomestici per la propria abitazione e possono usufruirne tutti coloro che stanno ristrutturando casa o intendono incominciare i lavori entro quest'anno. Nello specifico, gli aventi diritto possono beneficiare di una detrazione fiscale pari al 50%, a fronte di un tetto massimo di spesa di 10.000 euro, ma solo se gli interventi di ristrutturazione hanno avuto inizio in data precedente all'acquisto dei mobili o degli elettrodomestici (l'avvio dei lavori è dimostrabile grazie a eventuali abilitazioni amministrative o dalla comunicazione preventiva della Asl se obbligatoria; se i lavori non necessitano di comunicazioni o titoli abitativi è sufficiente una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà).

Se dovete acquistare dei mobili potete richiedere il Bonus per beni quali:
- letti
- materassi
- armadi
- tavoli e sedie
- divani
- cassettiere
- librerie
- scrivanie
- comodini
- poltrone
- credenze
- apparecchi di illuminazione
 
In merito agli elettrodomestici, invece, il Bonus può essere richiesto soltanto per beni di classe energetica pari o superiore ad A+ (A o superiore per i forni) e, nello specifico, per:
- frigoriferi e congelatori
- lavatrici e asciugatrici
- lavastoviglie 
- apparecchi di cottura, stufe elettriche e forni a microonde
- ventilatori elettrici e apparecchi per il condizionamento.
 
Le spese detraibili includono anche quelle relative al trasporto e al montaggio di tali beni. 
 
Nella categoria degli aventi diritto al Bonus e all'agevolazione fiscale rientrano tutte le persone fisiche che presentano regolare dichiarazione dei redditi a patto che abbiano effettuato nella loro abitazione un intervento di recupero edilizio. Potete avanzare la richiesta se siete:
- proprietari o nudi proprietari;
- titolare di un diritto reale di godimento;
- coloro che abitano il bene immobiliare regolarmente a titolo di locazione o comodato;
- soci di cooperative divise ed indivise o soci di società semplici;
- imprenditori individuali a patto che gli immobili in questione non siano strumentali o merce.
 
Per ottenere la detrazione fiscale si dovranno indicare le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi.